Area riservata
Italiano English Spanish
CERCA
Cerca il tuo immobile
Tipologia Immobile
Comune
Superfice (mq)
Locali
Prezzo (€)
Non trovi quello che cerchi?

Dettaglio News

Cosa si intende per ''Canone scalettato''??

Data di pubblicazione 12/04/2016

 

 Per “canone scalettato” si intende la previsione nel contratto di locazione di un canone crescente nel corso degli anni.

Spesso si usa questa forma per agevolare il conduttore, nel primo periodo della locazione, che deve adeguare l'immobile alle proprie esigenze abitative.

L'art. 3, comma 11 del decreto legislativo n. 23 del 2011 (introduzione della c.d. “cedolare secca”) vieta espressamente “l'aggiornamento” ma non “l'incremento” del canone di locazione per tutto il periodo in cui il locatore opta per il regime della “cedolare secca”.

Proprio sulla base di questa distinzione - “aggiornamento” e non “incremento”- si potrebbe ritenere che non ci sia alcun ostacolo ad optare per la cedolare secca anche nel caso in cui il contratto preveda canoni “scalettati”, ma gli uffici (sportelli) dell'Agenzia delle entrate sono di tutt'altro avviso.

Purtroppo, non essendoci, sino ad ora, chiarimenti o risoluzioni dell'Agenzia che possano supportare l'una piuttosto che l'altra interpretazione, si consiglia di attenersi a quanto sostenuto dagli uffici dell'Agenzia. 

Autore
Carlo Lanza
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie OK